LA PIPINATE

Il Circolo Culturale di Sclaunicco, fondato nell’autunno del 1979, deve il suo nome alla statua della Vittoria posta sul monumento ai caduti della Grande Guerra.
Situata nel piazzale a fianco della chiesa parrocchiale fu distrutta accidentalmente durante la Seconda Guerra mondiale da dei ragazzi che per poter meglio osservare i bombardamenti effettuati dagli aerei alleati sul campo di aviazione di Campoformido si arrampicò sino alla statuetta provocando la caduta di entrambi e la rottura del manufatto e di un proprio arto. Recentemente è stata ricostruita grazie al contributo dell’A.N.A. locale e degli ex – combattenti.
Sotto quella statua si trovavano a giocare i bambini di allora ( ‘a nin a ziuiâ sot la pipinate’ dicevano in lingua friulana), i quali, una volta adulti e dovendo scegliere un nome al nuovo sodalizio hanno tratto ispirazione dalla loro infanzia. Il Circolo è nato, infatti, per sopperire ad un esigenza di aggregazione e ricreazione che si riscontrava nei ragazzi degli anni ’70, i quali volevano qualcosa di diverso dal solito bar, dalla parrocchia, dalla scuola. Ed è nato anche per tutelare quel vasto patrimonio di tradizioni rurali che il repentino cambiamento economico e sociale rischiava di far sparire. Quale nome, dunque, migliore de“La Pipinate”?
Le attività che la nostra associazione promuove e sostiene sono molteplici, per meglio illustrarle, seguiremo un percorso cronologico.
Si incomincia con la preparazione e l’accensione del fuoco epifanico che trae origine da antiche tradizioni celtiche che noi chiamiamo ‘pan e vin’ o “Pignarûl”; si continua con l’Assemblea dei Soci con la presentazione e l’approvazione dei bilanci e dei programmi, proseguendo poi sino alla ricorrenza di S. Valentino, patrono del paese, con la distribuzione del tipico pane azzimo a forma di chiave a tutta la popolazione insieme alle piccole chiavette in ottone. In questo periodo, non ogni anno, dipende dagli iscritti, si organizza una corriera per una gita sulla neve per gli amanti dello sci o della montagna.
Per il Carnevale si organizza delle manifestazioni, che vanno dalla solita festa in piazza, con carri allegorici e recite dei più piccoli, oppure alla più specifica, con animazione e giochi per i bambini al coperto. Inoltre, il Circolo, avendo alle sue spalle un buon numero di volontarie sarte, è in possesso di una discreta serie di costumi che impresta volentieri ai soci per vivacizzare i festeggiamenti. Per due anni venne organizzata anche una festa in più giorni con il montaggio di un capannone riscaldato, da qui il nome Carnevâl…one!
Nel frattempo il gruppo teatrale continua le prove per partecipare alla rassegna teatrale del Comune che di solito si svolge in Primavera inoltrata, con un lavoro nuovo ogni anno dal lontano 1981.
In giugno gli allievi del corso di pianoforte si esibiscono nel saggio di fine anno, orgogliosi di mostrare i loro progressi ad un pubblico diverso dai loro genitori nella prestigiosa cornice dell’auditirium comunale a Lestizza..
Da diversi anni il Circolo organizza nel bellissimo parco di Villa Bellomo in piazza a Sclaunicco, una serata di solidarietà a favore della “Casa Via di Natale” che si occupa di ospitare in maniera dignitosa i malati terminali ed i famigliari dei degenti al C.R.O. di Aviano. In queste serate si sono alternati cori, musicals, concerti con l’unico punto fisso nell’esibizione della locale compagnia teatrale.
Per rimanere nell’ambito teatral-musicale, sempre in questo periodo, organizziamo un pullman per Verona in modo da poter seguire la rappresentazione di un Opera nella splendida cornice dell’Arena.
L’ultima domenica di Luglio o il primo giorno di sagra, a seconda del calendario, vede l’inaugurazione della mostra sugli usi e costumi tradizionali del nostro paese. Dopo due mesi di duro lavoro e di ricerca si apre l’appuntamento culturale più impegnativo per il Circolo ma anche quello che dà più soddisfazioni, più visibilità essendo abbinato alla Sagra paesana, più riconoscimenti e stimoli a continuare.
In estate venivano organizzate attività ricreative per ragazzi, che spaziavano dalle arti figurative (foto, disegno, stampa,…) allo sport (pallavolo, ginnastica, ….) al bricolage . tutto ciò grazie a dei volontari che mettevano a disposizione le loro esperienze, oltre che il loro tempo. Ora, complice il calo demografico che colpisce i nostri paesi e la concorrenza di gruppi più grandi (…ed istituzionali) dei nostri, tutto ciò non viene più effettuato.
Gli ultimi quindici giorni di agosto ci vedevano collaborare con la parrocchia per la realizzazione del campeggio – soggiorno a Givigliana, dove un affiatato gruppo di genitori e animatori permetteva ai bambini ed ai ragazzi di vivere un’esperienza di vita altamente formativa. Purtroppo questa bellissima esperienza non si ripete più da anni causa l’inagibilità della scuola che ci ospitava ed altri problemi burocratici che non dipendono dalla nostra volontà o possibilità.
Settembre ed Ottobre sono mesi di programmazione; in questo periodo si rimette in moto il gruppo teatrale: si scelgono il testo da rappresentare e i componenti la compagnia, si iniziano le prove. Partono anche le iscrizioni ai corsi di pianoforte per ragazzi e propedeutico alla musica per i più piccini.
Da qualche anno l’autunno vede anche la preparazione di alcune pubblicazioni che, prendendo ispirazione dalle mostre realizzate e dal materiale per esse raccolto, si riprometto di ‘mettere su carta’ le memorie della nostra gente. Abbiamo realizzato 3 libri interamente nostri: la medicine de none, in chel dî da lis mês gnocis e une volte a scuele e collaborato alla pubblicazione di altri volumi come ‘Las Rives’ o la collana storica del prof. Ivano Urli.
Novembre vede compiersi il tesseramento e le conseguenti elezioni per il rinnovo della metà dei componenti il Consiglio d’Amministrazione, in modo da essere pronti per Dicembre con gli appuntamenti del periodo, cioè le illuminazioni natalizie pubbliche (revisione, eventuali nuovi acquisti) e il Babbo Natale in piazza con la distribuzione dei regali. Per gli appuntamenti solenni della Pasqua e del Natale, il Circolo, avvalendosi della indispensabile collaborazione di preziose e laboriose socie, distribuisce a tutte le famiglie di Sclaunicco un regalino, per tutti uguale, come ulteriore simbolo di appartenenza e comunità.
Queste sono le attività ricorrenti e tradizionali de “La Pipinate”, tralasciando quelle estemporanee, come le manifestazioni per il ventennale di fondazione con concerti corali ed animazioni per i piccini, come la pubblicazione di calendari o stampe d’arte, come i convegni sulla cultura friulana, il programma annuale non si scosta di molto da quello sopracitato.
Per alcuni può essere poco, ma noi siamo sempre pronti ad accogliere chi alle chiacchiere da seguito ai fatti, che si chiamano ore, ore di idee e lavoro, ore sottratte alla famiglia e al tempo libero, ore di vita spese con gli altri e per gli altri, ore di soddisfazioni e di delusioni, ore di vita vera, ore di ….soddisfazione.

[mudslide:flickr,0,48726492@N06,48726492@N06]

Storia

SCLAUNICCO è un toponimo prediale in -ICU, dal personale SCLAVONIUS, in origine nome etnico (1) indicante un insediamento SLAVO. Probabilmente la popolazione indigena dell’età del bronzo era ancorata al castelliere «Las Rives» presso Galleriano, in antico lambito da un fiumiciattolo, il Lavia (2). L’insediamento o il nucleo locale subì certamente una ristrutturazione attorno al 1000, …

View page »

Tradizioni religiose

In una relazione al Patriarca d’Aquileia del 1620 si accenna alla consacrazione della Cappella o vecchia chiesa di S. Michele Arc. di Sclaunicco, con un riferimento alla prima domenica di maggio. La suddetta chiesa paga regolarmente l’affitto al marchese Savorgnan (di Flambro?) per un diritto patronale; corrisponde annualmente al pievano di S. Maria una discreta …

View page »

Arte

I recenti lavori di restauro che hanno messo in luce – nella chiesa parrocchiale di S. Michele Arcangelo – un pregevole affresco cinquecentesco sopra la porticina che immette in sacrestia, offrono lo spunto per stendere alcune brevi note sulle opere d’arte di questa chiesa che, stranamente, non è mai stata fino ad oggi presa in …

View page »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>